Il pittore Camillo Innocenti nel suo studio

Il catalogo generale

  • È in preparazione il catalogo generale dei dipinti e della grafica di Camillo Innocenti a cura di Manuel Carrera ed Eugenia Querci, con il supporto logistico della Galleria Berardi e dell’Archivio dell’Ottocento Romano.

    Innocenti fu uno degli artisti di maggiore successo nell’Italia del primo Novecento, grazie alla sua pittura moderna, elegante e di respiro internazionale. Dopo essersi formato sotto l’ala di alcuni dei più influenti maestri dell’Ottocento - quali Antonio Mancini, Domenico Morelli e Francesco Paolo Michetti - il pittore romano si impose all’attenzione della critica già alle prime edizioni della Biennale di Venezia. Al suo nome è legata una delle prime mostre personali organizzate nell’ambito della rassegna veneziana: nel 1909, infatti, Innocenti aveva alla Biennale una sala a lui interamente dedicata, dove erano esposte venti delle tele più significative eseguite fino a quel momento. Lo straordinario successo riscosso lo portò ad essere conteso da alcune delle più importanti gallerie europee del tempo: nel 1913 la galleria Bernheim Jeunes di Parigi, nota per il suo sodalizio con gli impressionisti, gli dedicò un’importante mostra personale che lo consacrò definitivamente alla fama internazionale.

    Pochi significativi studi sono stati fino ad ora dedicati a Camillo Innocenti. La sua figura, tuttavia, si sta finalmente riaffacciando nella letteratura artistica nell’ambito della riscoperta della pittura italiana del primo Novecento.

    L’archiviazione dell’opera di Camillo Innocenti costituisce un imprescindibile strumento di chiarezza critica, necessaria per restituire pienamente all’artista il ruolo di protagonista dell’arte italiana del XX secolo.

    Per comunicare il possesso di un’opera di Camillo Innocenti e ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

L'archiviazione delle opere è GRATUITA.

Informazioni sull'archiviazione delle opere di Camillo Innocenti